Conti Correnti e Servizi Allegati

Ecco le differenze tra carte di credito e carte di debito

Share

Le carte di pagamento si dividono in carte di credito e carte di debito, come tutti sappiamo servono a prelevare denaro presso gli sportelli automatici, gli ATM e ad effettuare pagamenti senza utilizzare i soldi contanti.

Non tutti sanno, però, che esistono delle differenze tra le due carte, vediamole insieme.

La prima differenza, e forse la più importante, riguarda il meccanismo degli addebiti; nel caso della carta di credito, il sistema prevede che gli importi vengano addebitati sul conto corrente in un momento successivo all’acquisto, solitamente la scadenza è mensile.

Facciamo un esempio: se io acquisto oggi con la mia carta di credito, non vedrò subito addebitata sul mio conto la cifra che ho appena speso, né oggi e neanche domani … per cui intercorrerà un lasso di tempo tra il momento del mio acquisto e quello dell’effettivo addebito che varia a secondo del tipo di carta che possiedo ( formula “pay later” paga dopo); per cui tutti i pagamenti effettuati dal primo al 30 del mese ti verranno addebitati il 15 del mese successivo, se la spesa, invece, dovesse risultare un po’ fuori dal normale posso anche decidere di pagare a rate e dilazionarla nel tempo scegliendo la formula revolving che ormai quasi tutte le carte di credito consentono.

La modalità carta revolving funziona come un vero e proprio finanziamento per cui sarà applicato un tasso di interesse che può variare a seconda del tipo di carta/istituto di credito.

La carta di debito, conosciuta da tutti con il nome di Bancomat, invece prevede la formula di pagamento “pay now” (paga adesso) per cui non prevede nessun lasso di tempo tra il pagamento da me effettuato per un acquisto e l’effettivo addebito sul mio conto corrente. Se io acquisto in un negozio o allo stesso modo effettuo un prelevamento allo sportello automatico vedrò sparire la cifra sul mio conto corrente subito, cioè l’addebito riporterà la stessa data dell’acquisto.

Vediamo adesso le operazioni che si possono effettuare con entrambe le carte.

Con la carta di credito posso:

  • effettuare acquisti presso esercizi commerciali convenzionati sia in Italia che all’estero attraverso i circuiti internazionali di pagamento come American Express, Visa, Mastercard ecc.
  • prelevare contanti presso gli sportelli automatici ATM
  • effettuare pagamenti a distanza, tramite telefono e internet

Con il Bancomat posso:

  • prelevare contante presso gli sportelli ATM
  • effettuare pagamenti presso esercizi commerciali muniti di POS con il sistema pagobancomat

Quando mi trovo all’estero come posso utilizzare la mia carta?

Grazie all’introduzione dell’area unica dei pagamenti in euro conosciuta da tutti con il nome di SEPA posso utilizzare le mia carte sia all’interno dei confini nazionali che fra i paesi che ne fanno parte (28) alle stesse condizioni di base. Ad esempio se mi trovo in vacanza a Berlino piuttosto che a Madrid ed effettuo un prelevamento con il bancomat (circuito cirrus/maestro equivalente del bancomat e pagobancomat in Italia) mi verranno applicate le stesse condizioni di quando prelievo in Italia.

E’ importante conoscere l’utilizzo e le condizioni della propria carta sia in Italia che all’estero perché potresti avere delle amare sorprese… si perché spesso alcuni istituti di credito fanno pagare delle commissioni quando prelievi al di fuori del loro circuito.

La tua banca che condizioni ti riserva?

Per concludere, ci sono infine le carte prepagate che si distinguono in due tipi: le carte che non sono associate a nessun conto corrente bancario, e quelle che invece hanno un conto carta con un Iban assegnato; Entrambe utilizzano la formula di pagamento “pay before” (paga prima), in quanto necessitano prima del loro utilizzo un caricamento di una somma di denaro. La carta prepagata con iban, a differenza dell’altra ha un plafond più ampio che varia a seconda dell’istituto di credito che la emette; è utile in quanto può ricevere denaro da terzi, quindi bonifici, si può accreditare lo stipendio, domiciliare le utenze, pagare i bollettini, ricaricare il cellulare.

Sono carte molto comode soprattutto per i pagamenti on-line in quanto ci difendono dalle truffe delle carte clonate.

E le carte del futuro? Come saranno?

Salvatore Oliveri

 

Share

Comments