Economia/Finanza

Cos’è lo Spread? E perché è così importante?

Share

spread ita germaniaIn questi giorni si sente Continuamente parlare dello Spread. Impennata dello Spread, leggero calo dello Spread, risale, discende; una vera e propria altalena. Allora mi sono chiesto: “Bisognerebbe fare un po’ di chiarezza” su questa parolina divenuta tanto famosa.

Cominciamo spiegando cos’è lo Spread e perché è così importante?

Lo Spread come dice il prof. Fourier, non è una bevanda alcolica, bensì un numero che indica una differenza percentuale, ad esempio fra rendimenti. Lo Spread a cui si fa spesso riferimento e’ quello fra il rendimento dei Bund tedeschi e dei Btp ( buoni del tesoro poliennali) italiani di durata decennale.

Bund e Btp sono obbligazioni governative, ossia titoli grazie ai quali gli stati incassano subito soldi, per es. quando i cittadini si recano in banca  per acquistare tali obbligazioni, per poi restituirli dopo un certo numero di anni, con gli interessi.

Più uno stato e’ affidabile da un punto di vista economico, minore sarà l’interesse che viene pagato a chi compra le sue obbligazioni. Ok, e lo Spread? Se il Bund rende il 2 per cento all’anno ed il Btp il 7 per cento all’anno si dirà che fra i due vi è uno Spread, una differenza del 5,00 per cento o di 500 punti.

In sostanza si è capito che l’Italia paga più interessi della Germania e quindi? Perché questa differenza e’ così importante? E perché, direte voi, si prendono come termine di riferimento i titoli tedeschi? Rispondo subito alla terza domanda…

All’interno di un’unione monetaria, gli stati dovrebbero avere lo stesso debito pubblico e quindi lo stesso prezzo del debito pubblico. Attualmente la Germania è’ lo stato dell’unione che ha un prezzo più basso dei loro titoli; per cui si raffrontano tutti i titoli dei paesi con il paese che ha titoli meno costosi.

Ritorniamo alla prima domanda. Possiamo paragonare lo Spread ad un termometro di un paziente sotto osservazione. La differenza dei punti di percentuale e’ importante per almeno tre ragioni. La prima e’ :  Se lo stato spende di più per interessi, vuol dire che dovremmo ridurre altre spese o aumentare le imposte ( come purtroppo accade ).

Togliere soldi ai servizi ed ai cittadini, vuol dire mettere il dito nella piaga. La seconda ragione e’: Se lo stato italiano paga più interessi di quello tedesco finisce che anche Le imprese italiane pagheranno tassi più alti rispetto a quelle tedesche; quindi le nostre imprese si trovano svantaggiate.

La terza ragione e’: se i risparmiatori italiani e stranieri che sottoscrivono i Btp perdono fiducia nel debitore-stato, le conseguenze possono essere terribili;  dato che lo stato italiano ha un grande debito pubblico e tanti titoli emessi in passato scadono ogni mese, per i risparmiatori e’ facile esprimere la loro sfiducia, semplicemente non rinnovando più i titoli scaduti; di conseguenza lo stato fallirebbe, l’economia affonderebbe, la fiducia di imprese e famiglie andrebbe a farsi benedire e si scatenerebbe una crisi gravissima con conseguenze internazionali.

Ecco perché si guarda con tanta ansia questo numerino, o forse sarebbe meglio chiamarlo Numerone.

Share

Comments